Home

Cerco una Badante da solo oppure mi affido a un’Agenzia ?

Quanto costa una Badante

Il metodo FAMIGLIA SICURA

Come scegliere un'Agenzia Badanti

Il metodo "FAI DA TE"

La valutazione della Badante

I servizi delle Agenzie Badanti

La somministrazione di manodopera

Cerchi una Badante – Assistente Famigliare a Padova o in provincia di Padova ?

  • Senza impegno possiamo organizzare un incontro per capire i bisogni e le necessità assistenziali e proporti i nostri servizi.
  • Se ti affiderai a noi dandoci la tua fiducia ti informeremo e ti accompagneremo in tutte le fasi.
  • Dalla presentazione della candidata selezionata al suo inserimento in prova per poi scegliere come regolarizzare la posizione lavorativa della persona (Assunzione diretta o Somministrazione).
  • Il metodo Famiglia Sicura dà un servizio di consulenza e supporto a 360° per ogni necessità assistenziale e per la durata di 12 mesi.

NB: Il Cliente in totale libertà può scegliere di aderire o meno a una delle opzioni Famiglia Sicura più confacente alle proprie necessità. I nostri accordi commerciali non prevedono penali o clausole ingannevoli.

Schermata 2020-08-06 alle 16.34.30

BONUS “NUOVO CLIENTE”

Richiedi il Bonus “Nuovo Cliente”: Tre giorni di assistenza GRATUITA

Il Bonus “Nuovo Cliente” è attivabile entro 7 giorni dalla visita domiciliare su opzione BASE o SENZA RISCHI

Con il metodo “FAMIGLIA SICURA“ risolvi le tue necessità assistenziali

OPZIONE SENZA RISCHI

Al costo di Euro 59,50 su base mensile

Il servizo prevede la ricerca e selezione di un’ Assistente Famigliare per un servizio continuativo, la sostituzione quando va in ferie, se si ammala o se subisce un infortunio o deve essere sostituita in toto per motivi oggettivi. Inoltre il costo comprende la redazione e attivazione del contratto di somministrazione (La Badante viene assunta dall’APL).

OPZIONE BASE

Al costo di Euro 49,50 su base mensile

Il servizo prevede la ricerca e selezione di una Assistente Famigliare per un servizio continuativo, la sostituzione quando va in ferie, se si ammala o se subisce un infortunio o deve essere sostituita in toto per motivi oggettivi.

OPZIONE SOSTITUZIONE

Al costo di Euro 35,00 su base mensile

Il servizo prevede la ricerca e selezione di una Assistente Famigliare per un servizio temporaneo o per l’integrazione/sostituzione dell’ Assistente che già lavora per voi quando va in ferie, in riposo settimanale, se si ammala o se subisce un infortunio.

Quanto costa una Badante domiciliata (H24)

Primo caso – La Badante è assunta dall’ Agenzia per il Lavoro (APL)

1.430,00 Euro è il costo mensile di una Badante domiciliata (H24) che lavora per 42 ore settimanali per una persona non autosufficiente. Questo costo è comprensivo di IVA, quota di contributi, TFR, ferie, tredicesima e sostituzione quando la Badante va in ferie.
In questo caso la Badante viene assunta in categoria CS da un’Agenzia per il Lavoro (APL) certificata dal Ministero del Lavoro.

Attenzione: se mi rivolgo ad un’Agenzia senza la certificazione ministeriale rischio il reato di somministrazione fraudolenta CLICCA QUI PER APPROFONDIRE

Secondo caso – La Badante è assunta dalla Famiglia

1407,61 Euro (vedi tabella 1) + il costo della sostituzione quando va in ferie (1600 Euro circa) + il costo della tenuta paghe (tra i 220 e 300 Euro all’anno) è il costo se la famiglia preferisce assumere direttamente la Badante caricandosi degli impegni amministrativi/fiscali e dei rischi legati alla gestione di un dipendente (vertenze sindacali/cause di lavoro ecc.).
In entrambi i casi la Badante viene assunta con il CCNL in categoria CS per 42 ore settimanali.

 

Tabella 1 – Categoria CS a 42 ore settimanali

Tornando al primo caso, cioè quello in cui la Badante è assunta da una APL, La Società (non è quasi mai una cooperativa) si impegna ad occuparsi di tutti gli aspetti amministrativi e di gestione del rapporto di lavoro subordinato.
Altre Società o Cooperative Sociali non autorizzate dal Ministero del Lavoro non possono in nessun termine sostituirsi alla famiglia nella somministrazione di lavoro (Legge Biagi d.lgs 10 settembre 2003, n. 276.)
E’ possibile verificare se un’ Agenzia può somministrare lavoro andando nel sito dell’ANPAL e inserendo il numero di autorizzazione che l’Agenzia dovrà fornire, la sua ragione sociale e la partita IVA.

CLICCA QUI per andare al sito dell’ ANPAL – Albo agenzie per il lavoro e Accreditamento servizi per il lavoro

Leggi l’iniziativa STOP ALLE FALSE COOPERATIVE – CLICCA QUI

"Provare" la Badante prima di assumerla

Il servizio di “PROVA” della collaboratrice scelta viene erogato dalla nostra società per un periodo massimo di tre settimane.

La “PROVA” permette una migliore valutazione delle caratteristiche dell’assistente e il risparmio sul costo del periodo di preavviso 15 giorni nel caso di assunzione e di non conferma successiva al periodo di prova di 8 giorni previsto dal CCNL.

Durante il periodo di “PROVA” l’assistente mantiene un rapporto di collaborazione con Privata Assistenza. Privata Assistenza fatturerà alla famiglia i servizi erogati. Tali costi sono detraibili a norma di legge.

"Assumo" la Badante o la faccio assumere da un'Agenzia Certificata ?

Se assumo direttamente la Badante divento datore di lavoro e mi carico di una serie di attività amministrative, operative e possibili rischi che si traducono in disagi e costi per la famiglia.

Le attività amministrative e operative da svolgere sono:

  • Pagare lo studio che tiene le paghe (dai 240 Euro l’anno in su)
  • Assumere la Badante.
  • Andare all’ufficio anagrafe per la domiciliazione.
  • Pagargli lo stipendio ogni mese.
  • Pagare i contributi ogni tre mesi.
  • Pagare la tredicesima.
  • Accantonare il TFR (Trattamento di Fine Rapporto).
  • Pagare le ferie.
  • Trovare la sostituta quando la Badante va in ferie 26 giorni l’anno (con un costo a partire da 1800 Euro).
  • Trovare la sostituta se la Badante si ammala.
  • Trovare la sostituta se ha un incidente.
  • Se la badante non va bene e chiudo subito il rapporto di lavoro devo pagare 15 giorni di preavviso.

I possibili rischi occulti sono dovuti alle cause di lavoro per:

  • Errori o scelte del tipo e/o categoria di assunzione.
  • Errori o mancanze della definizione degli orari di lavoro.
  • Errori o mancanze nella definizione dei riposi giornalieri e settimanali.
  • Ore lavorate oltre all’orario di lavoro, straordinari non pagati in busta paga.
  • Parziali compensi extra contrattuali (es. coperture per il weekend ecc.).
  • Altre motivazioni che posso nascere se il rapporto di collaborazione e la fiducia per qualsiasi motivo viene meno.

Se utilizzo il servizio di somministrazione di lavoro erogato da un’Agenzia per il Lavoro certificata NON gestisco nessuna attività amministrativa e operativa, NON ho nessuna  responsabilità fiscale e tributaria e NON ho nessun rischio occulto.

Attenzione: se mi rivolgo ad un’Agenzia senza la certificazione ministeriale rischio il reato di somministrazione fraudolenta CLICCA QUI PER APPROFONDIRE